Home News e circolariFinanza agevolata e agevolazioni fiscali Credito di imposta: ecco 3 agevolazioni utili

Credito di imposta: ecco 3 agevolazioni utili

by Gianmario Andriani
Credito di imposta

1-Credito di Imposta Investimenti Al Sud: importo, scadenza e beni agevolabili

Ad oggi il Credito di imposta per l’acquisto di beni strumentali nuovi, nel Mezzogiorno d’Italia scade al 31 dicembre 2020

Il credito di imposta, pari al 45% dei costi sostenuti, riguarda l’acquisto di beni strumentali (attrezzature impianti e macchinari) nuovi destinati a strutture aziendali nelle zone ubicate nelle regioni del Mezzogiorno d’Italia (Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Molise, Sardegna e Abbruzzo).

Rientrano nell’agevolazione gli investimenti facenti parte di un progetto di investimento iniziale, l’ampliamento o l’innovazione relativi all’acquisto, anche tramite leasing, di macchinari, impianti e attrezzature varie destinati a strutture produttive nuove o già esistenti.

Chi può usufruire dell’agevolazione?

 Si ricorda che i soggetti destinatari dell’agevolazione sono le imprese che acquisiscono beni strumentali nuovi destinati a strutture produttive ubicate nelle regioni:

  • Campania
  • Puglia
  • Calabria
  • Sicilia
  • Basilicata
  • Sardegna
  • Abruzzo
  • Molise

2-Credito di Imposta per Ricerca e Sviluppo

Con l’articolo 38 della Legge di Bilancio 2020 è stato innalzato dal 25% al 50% il credito di imposta delle spese per investimenti in attività di ricerca e sviluppo, effettuati fino al periodo di imposta in corso al 31 dicembre 2020, solo nelle regioni: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

Qual è la quota agevolabile?

La disposizione eleva tale quota agevolabile al 50%, solo con riferimento alle regioni del Mezzogiorno, al fine di potenziare lo strumento del credito di imposta.

3-Credito di imposta per l’acquisto di computer, tablet e software

Con l’art. 120 del decreto Rilancio (decreto-legge n. 34 del 2020) è stato istituito il credito di imposta per adeguamento degli ambienti di lavoro alle nuove disposizioni anti Covid, tra i costi rientrano anche quelli finalizzati all’acquisto di computer, tablet e software.

La Circolare n. 20/E del 2020 contenente chiarimenti in merito alla misura in commento riporta che il beneficio, è pari al 60% delle spese ammissibili sostenute nel 2020 per un massimo di 80.000 euro (il limite è riferito all’importo delle spese ammissibili, per cui l’ammontare del credito non può eccedere la misura di 48.000 euro. Pertanto, nel caso in cui dette spese siano superiori a tale ultimo importo, il credito spettante sarà sempre pari al limite massimo consentito di 48.000 euro).

Quali sono i beni agevolabili?

In sintesi per l’Amministrazione finanziaria rientrano nell’agevolazione ad esempio:

  •  programmi software,
  • i sistemi di videoconferenza,
  • i sistemi per la sicurezza della connessione,
  • gli investimenti necessari per consentire lo svolgimento dell’attività lavorativa in Smart Working, tra cui certamente possono farsi rientrare, computer, tablet, ecc.

Leggi anche questo articolo

related posts

2 comments

Ristori bis: ecco i codici ATECO e il calcolo del finanziamento a fondo perduto | News e circolari 13 Novembre 2020 - 19:37

[…] News Ristori bis: codici ATECO e calcolo del finanziamento a… Credito di imposta: ecco 3 agevolazioni utili Decreto ristori bis: cosa prevede il nuovo testo Bonus bici: come richiedere il bonus mobilità […]

Reply
Agevolazioni fiscali 2021:Investimenti Sud, Industria 4.0 e ricerca sviluppo | Circolari Studio Monticchio&Partners 23 Gennaio 2021 - 16:25

[…] Agevolazioni fiscali 2021: leggi anche questo articolo […]

Reply

Lascia un commento