Home L'ESPERTO LEGALE Crediti insoluti: quando le perdite sono deducibili?

Crediti insoluti: quando le perdite sono deducibili?

by Gabriele Avv. Garzia
riscossione del credito insoluto

La cassazione chiarisce come affrontare la riscossione del credito insoluto con la sentenza n. 743 del 19.01.2021 ai fini della deducibilità della perdita

La società deve sempre tentare la riscossione del credito mediante azioni legali se ritiene di operare correttamente la deducibilità della perdita.
Occorre dimostrare l’effettiva irrecuperabilità del credito affinché non si configuri rinuncia unilaterale alla riscossione da parte della società.
Lo chiarisce la Cassazione con sentenza n. 743 del 19.01.2021 rilevando inoltre che la prova del non soddisfacimento del credito incide altresì sull’annualità del recupero della consolidata perdita ai fini dell’annualità di competenza per la sua deduzione.
L’automatismo per la corretta deduzione delle perdite, da ritenersi quali consolidate, può pertanto rinvenirsi solo nei casi di assoggettamento a procedure concorsuali.

Scarica la sentenza n. 743 della 19.01.2021 in pdf

related posts

Lascia un commento

Iscriviti alla newsletter per rimanere aggiornato. Sempre!

You have successfully subscribed to the newsletter

There was an error while trying to send your request. Please try again.

Commercialista telematico .Net - Studio Monticchio e Partners will use the information you provide on this form to be in touch with you and to provide updates and marketing.

Vuoi rimanere aggiornato gratuitamente sulle novità fiscali e tributarie?

Grazie per esserti iscritto alla nostra newsletter

C'è un errore temporaneo. Riprova più tardi.

Lo Studio Monticchio e Partners utilizza i tuoi dati per inviarti informazioni economiche e fiscali. I dati NON vengono ceduti a terzi.