Home Circolari Studio Monticchio&Partners COMUNICAZIONE TITOLARE EFFETTIVO

COMUNICAZIONE TITOLARE EFFETTIVO

by Gianmario Andriani
titolareeffettivo

COMUNICAZIONE TITOLARE EFFETTIVO: Nuovo adempimento obbligatorio per i soci di Società di capitali

COMUNICAZIONE TITOLARE EFFETTIVO: Nuovo adempimento obbligatorio per i soci di Società di capitali.

Infatti dal 10 ottobre all’11 dicembre 2023 è obbligatorio l’invio della comunicazione del Titolare Effettivo al Registro delle Imprese delle Camere di Commercio.

Di cosa si tratta?

E’ una misura di trasparenza contemplata dalla vigente normativa in materia di antiriciclaggio.

In breve si tratta di una comunicazione che occorre inviare al Registro delle Imprese delle Camere di Commercio.

Chi è il Titolare effettivo?

Il Titolare Effettivo è la persona fisica che, in ultima istanza, possiede o controlla un’entità giuridica ovvero ne risulta il beneficiario.

In particolare è la persona fisica (o le persone fisiche) che detiene almeno una delle seguenti condizioni:

  • La proprietà diretta, con la titolarità di una partecipazione superiore al 25% del capitale,
  • La proprietà indiretta, se la stessa titolarità è detenuta tramite società controllate, società fiduciarie o interposta persona.

Tuttavia, in assenza di queste condizioni, il Titolare Effettivo è individuato considerando i requisiti:

  • il controllo di un numero maggioritario o comunque dominante di voti nell’assemblea ordinaria dei soci,
  • l’esistenza di particolari vincoli contrattuali che consentono di esercitare un’influenza dominante.

Infine, se anche con questi criteri l’attribuzione non è possibile, il Titolare Effettivo è la persona fisica (o le persone fisiche) con poteri di amministrazione o direzione.

Comunicazione titolare effettivo: scadenze e modalità

I soggetti interessati già esistenti avranno 60 giorni dall’entrata in vigore del Decreto interministeriale per inviare la comunicazione.

Pertanto, entro l’11 dicembre 2023.

Mentre i soggetti obbligati, costituiti dopo la pubblicazione, dovranno assolvere all’obbligo entro 30 giorni dall’iscrizione nei rispettivi registri oppure – per Trust e istituti giuridici affini – dalla loro costituzione.

La pratica deve essere inviata in formato telematico tramite la Comunicazione Unica al Registro Imprese della Camera di Commercio territorialmente competente.

Rischi e sanzioni

Se il Titolare Effettivo non viene comunicato entro il termine previsto, la Camera di Commercio territorialmente competente contesta la violazione dell’obbligo.

La mancata comunicazione entro il termine previsto implica la violazione di un obbligo di legge. La sanzione, secondo l’articolo 2630 del Codice civile, potrà variare da un minimo di 103 euro fino a un massimo di 1.032 euro, che si riducono a un terzo se la comunicazione è effettuata entro 30 giorni dalla scadenza originaria.

COMUNICAZIONE TITOLARE EFFETTIVO: Di cosa ha bisogno lo Studio per istruire la pratica?

La comunicazione va effettuata tramite il portale dire di Infocamere.

Per permettere l’accesso al portale è necessario che ogni socio abbia la propria Carta Nazionale dei Servizi (CNS o Firma Digitale).

Per cui tutti i clienti, che rientrano tra i soggetti obbligati, sono chiamati, se non ne sono già in possesso, ad acquisire la propria CNS.

Si può richiedere in Camera di Commercio ovvero presso uffici privati come ad esempio Buffetti.

Lo studio provvederà, entro i termini di legge, ad istruire le pratiche delle società clienti con addebito dei costi di segreteria, pari ad € 30,00, e dell’onorario dello studio pari ad €. 250,00.

related posts

Lascia un commento